Se…

Se solo potessimo essere di nuovo estranei.

Troppo e troppo poco per una vita sola…

32 anni fa ci hai lasciato… non per volontà tua… forse per quella di qualcun altro o forse più d’uno… mi hai lasciato qui a vivere questa vita troppo grande e troppo difficile da affrontare da sola… inverni troppo lunghi e freddi… chissà cosa hai pensato… chissà cosa hai provato… la severità di quello sguardo al pari di quello che poi mi ha riservato la vita… perché non importa quanto io mi possa impegnare… quanto remare nella direzione giusta… questa barchetta viene spinta sempre più inesorabilmente verso le rapide… un abbraccio… forse l’unico motore di un mezzo che non riesce più ad andare dove dovrebbe… il silenzio… spezza e crepa e fa un gran casino… la distanza… ad un centimetro 500 km… sempre troppa o troppo poca… stanca… stanca… stanca…

Mi mancano le tue forti braccia papà… mi mancano adesso… forse come non mai.

Buonanotte Angelo mio… veglia su di me e sui nostri piccoli grandi Amori

Cit.

Nec recisi recedit.

Non so…

Non so se sto rincorrendo un sogno

O scappando da un incubo…

#barcollomanonmollo

Vorrei…

Vorrei tanto che la notte riuscissi a dormire… E magari sognassi noi che non siamo lontani da te che la distanza di un respiro… E invece sei li in bilico tra la certezza di una vita passata in derapata e un amore ricco di promesse e speranze… Vorrei poterti risolvere il problema… Vorrei che non te lo creassi affatto… Vorrei vederti felice e sapere che di quella felicità io ne sono l’unica causa…

Speziale quanto ti capisco…

“È la mia povertà che compri e non la mia volontà”
                                                 William Shakespeare – Romeo e Giulietta

Amare…

image

L’amore nella vita reale è sicuramente meno poetico di quello delle pagine ingiallite dei vecchi romanzi, ma sicuramente più ETERNO.

Voci precedenti più vecchie